domenica, Dicembre 3, 2023
 

Furti in farmacie ed erboristerie: come proteggersi?

Che si tratti di piccoli furti o di taccheggi più gravi, farmacie ed erboristerie non vengono risparmiate. Come si può arginare questo fenomeno?

Sugli scaffali delle farmacie si trovano prodotti per la cura della pelle, cosmetici di marca e integratori alimentari: tutti prodotti ad alto valore aggiunto che i ladri possono desiderare. Ma non sono gli unici! Nel mirino ci sono anche una serie di rimedi da dispensario, esposti in espositori più accessibili che mai. Questi possono essere facilmente venduti sottobanco, allo stesso modo dei prodotti delle parafarmacie.

Segnali di allarme

I sospetti dei gestori interessati sono generalmente suscitati da errori di magazzino, discrepanze di cassa o calo dei margini. Per evidenziare eventuali anomalie, si può effettuare un inventario intermedio ogni due o tre mesi, per confrontare le scorte effettive con quelle computerizzate e tracciare una tendenza precisa del tasso di margine. Questo indicatore convaliderà – o invaliderà – ogni dubbio.
l furto di prodotti è una realtà che riguarda soprattutto le grandi strutture. Questi hanno un elevato flusso di clienti, con lunghe code e numerosi scaffali, che riducono la visibilità dello spazio e rendono più facile commettere atti dolosi.

Alcune regole di vigilanza

Chiunque entri nei vostri locali, oltre ai clienti, deve essere autorizzato a farlo: i fornitori e il personale addetto alle consegne devono dimostrare la loro identità mostrando il loro biglietto da visita. Quando siete di turno, soprattutto di notte, assicuratevi che gli ingressi siano chiusi a chiave e che nessuno possa entrare nella vostra farmacia a vostra insaputa. L’ingresso sas è una soluzione pratica per servire i clienti di notte.

Mettere in sicurezza i locali per proteggere le scorte

Le farmacie più grandi sono più inclini al taccheggio. Il ricorso a una società di sorveglianza può fornire risposte efficaci, dalla presenza di una guardia giurata al blocco dell’accesso a determinate aree, passando per l’installazione di telecamere collegate a uno schermo. Queste misure rappresentano un investimento non indifferente, ma la loro efficacia è formidabile! I clienti devono essere informati del fatto che i locali sono video-protetti, mediante cartelli affissi all’ingresso del locale. Questo può fungere da deterrente per i tentativi di furto. Si può anche segnalare che il fondo cassa è limitato o che alcuni farmaci sono inaccessibili al pubblico.

Coinvolgere i dipendenti

Se le differenze inventariali, cioè la differenza tra le vendite teoriche e quelle effettive, sono ricorrenti e comprovate, dovrebbero essere oggetto di una riunione con il team. Quali sono gli obiettivi? Attirare l’attenzione sulle perdite economiche – che possono avere ripercussioni sui bonus di tutti – e incoraggiare una maggiore vigilanza. Cosa fare se si viene colti in flagrante? Dovete agire da soli o avvertire il direttore della farmacia? Cosa fare se mancano dei prodotti da uno scaffale? Tutte queste domande devono essere discusse internamente. Spetta al team manager decidere come procedere.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -
 

Articoli Recenti