sabato, Novembre 26, 2022
 

Difficoltà nella fornitura di farmaci in vista

L’Ufficio federale per l’approvvigionamento economico del Paese (UFAE) elenca sul suo sito web le attuali carenze di farmaci e vaccini. Qual è la situazione in vista dell’inverno?

Il Centro di notifica degli agenti terapeutici dell’UFAE identifica rapidamente le carenze e comunica le misure da adottare per garantire l’approvvigionamento dei pazienti. Si raccomanda di utilizzare le scorte obbligatorie, di non consentire acquisti preventivi, di ordinare da altri fornitori, di utilizzare altre forme di dosaggio o di stabilire possibili alternative.

Da diversi anni i prodotti farmaceutici sono soggetti a tensioni per quanto riguarda l’approvvigionamento. Sono state riscontrate difficoltà dovute, tra l’altro, alla concentrazione di fornitori e siti produttivi e alla riduzione delle scorte. Inoltre, nell’inverno del 2022, la crisi energetica, la carenza di materie prime e la guerra in Ucraina indeboliranno ulteriormente la produzione e le catene di approvvigionamento dei prodotti farmaceutici.

Secondo l’UFAE «l’inverno porterà ulteriori difficoltà: una nuova ondata di malati di Covid-19 e di influenza si aggiungerà alle difficoltà generali. Il mercato sta già affrontando scorte limitate, lunghi tempi di consegna e condizioni logistiche difficili, con un conseguente forte aumento delle interruzioni dell’approvvigionamento in questo settore. Ulteriori problemi potrebbero sorgere a causa della riduzione della capacità produttiva all’estero e in Svizzera, in particolare a causa della carenza di gas».

L’Europa è preoccupata per questa situazione e la presidentessa di «Medecines for Europe», Elisabeth Stampa, ha avvertito che la produzione di farmaci generici (che rappresentano il 70% dei farmaci dispensati in Europa) potrebbe essere interrotta a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia.

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -
 

Articoli Recenti