mercoledì, Agosto 4, 2021
 

Fate scoprire la vitamina E ai vostri clienti!

Perché consigliare l’assunzione di integratori di vitamina E?

Alla dose di 100-200 mg, la vitamina E possiede moltissime proprietà benefiche di cui dovrebbero poter godere tutti. Purtroppo, la sola alimentazione non consente di raggiungere un tale dosaggio, neanche intensificando il consumo delle fonti naturali (olio di girasole o cartamo, germe di grano, semi e frutti oleaginosi, pesci grassi, ecc.).

Quali sono le situazioni in cui è fondamentale prendere un integratore di vitamina E?

  • Quando si assumono quantità importanti di acidi grassi polinsaturi (olio di borragine, enotera, pesce, krill, ecc.).
  • In caso di stress ossidativo importante (allenamento fisico intenso, fumo, elevato consumo di bevande alcoliche, lavoro in un ambiente inquinato, ecc.).
  • Nelle malattie degenerative (artrosi, cataratta, degenerazione maculare, alcuni disturbi neurologici, tumori, ecc.).
  • A scopo preventivo, per il suo effetto anticoagulante, nelle situazioni in cui c’è un rischio importante di formazione di trombi arteriosi o venosi (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, flebopatie severe, ecc.)
  • Nelle patologie reumatiche dolorose, per la sua azione antinfiammatoria e antalgica.

Qual è la dose di vitamina E da consigliare?

Cento milligrammi sono sufficienti a compensare il maggior fabbisogno generato dagli omega-6 o dagli omega-3. Poiché l’effetto preventivo e antiossidante della vitamina E è direttamente proporzionale alla dose, i 400 mg risultano inevitabilmente più efficaci dei 100 o 200. Le dosi più alte (400-1200 mg) sono invece indispensabili per ottenere l’azione antinfiammatoria e antalgica, come pure in presenza di patologie degenerative di una certa gravità.

Ci sono controindicazioni all’assunzione di integratori di vitamina E?

Sì, ce ne sono due, derivanti dalla sua azione anticoagulante: l’assunzione concomitante di un farmaco anticoagulante (salvo parere contrario del medico) e le settimane che precedono un intervento chirurgico. Per altro, pur essendo liposolubile, la vitamina E non è tossica neanche a dosi massicce (2-3 g/giorno).

Articoli Correlati

- Annuncio pubblicitario -
 

Articoli Recenti